Kingdom Come: Deliverance, una donna come protagonista di un prossimo DLC?

Ebbene sì nonostante, Kingdom Come: Deliverance sia uscito da pochi giorni nel panorama console e PC con una tiepida accoglienza da parte della stampa, contrapposta a una ben più calorosa dei videogiocatori, il creative director Daniel Vàvra avrebbe già svelato un frammento dei possibili piani futuri su questo GdR medievale in una recente intervista: un DLC con una protagonista donna. Continue reading “Kingdom Come: Deliverance, una donna come protagonista di un prossimo DLC?”

Kingdom Come: Deliverance, le prime recensioni della stampa italiana e straniera, un’altra patch è in arrivo

Lo abbiamo seguito nelle battute finale dello sviluppo, giocato in diretta ieri pomeriggio e ora non rimane che conoscere il verdetto della critica videoludica su Kingdom Come: Deliverance.

Avrà saputo catturarla con il proprio particolare mix di meccaniche simulative e GdR Continue reading “Kingdom Come: Deliverance, le prime recensioni della stampa italiana e straniera, un’altra patch è in arrivo”

[Aggiornata] Kingdom Come: Deliverance, fra poco in diretta Twitch con la closed beta – Il Videogame Post

[Originale] Il titolo di questa news è inequivocabile: aspettando la tanto desiderata uscita ufficiale di Kingdom Come: Deliverance buttiamoci dalle ore 18.35 nella datata, ma abbastanza valida, closed beta sul canale Twitch del Videogame Post!

[Aggiornata] Ecco il link del video della diretta Twitch di ieri, nel caso ve la siate persa. Continue reading “[Aggiornata] Kingdom Come: Deliverance, fra poco in diretta Twitch con la closed beta – Il Videogame Post”

Kingdom Come: Deliverance non avrà microtransazioni o season pass; nuovo gameplay su tutte le feature al di fuori del combattimento

Il gioco di ruolo medievale che vuole unire la più fedele ricostruzione storica del XV secolo alle più elevate meccaniche del genere, quali scelte del giocatore, trama e personaggi di spessore e non solamente statistiche, ha guadagnato un nuovo e interessante video del gameplay; si parla di Kingdom Come: Deliverance. Continue reading “Kingdom Come: Deliverance non avrà microtransazioni o season pass; nuovo gameplay su tutte le feature al di fuori del combattimento”

Kingdom Come: Deliverance, uno sguardo a 360 gradi del combat system da PlayStation Access

Per i fan che lo hanno backerato anni fa (come me), oltre per coloro che seguono attivamente Warhorse Studios, il video soprastante non svelerà granché a riguardo di Kingdom Come: Deliverance, se non qualche spezzone inedito del gameplay.

Chi invece si fosse appena avvicinato a questo promettente action GdR medievale, che vole unire la più fedele ricostruzione storica alle approfondite diramazioni e scelte nella trama di gioco classiche di un gioco di ruolo che si rispetti, dovrebbe dare uno sguardo al video soprastante per avere uno sguardo a 360 gradi del sistema di combattimento di Kingdom Come: Deliverance.

Kingdom Come: Deliverance, un assaggio della colonna sonora

In questo dev diary Warhorse Studios ha mostrato uno dei punti di forza del proprio GdR medievale: la colonna sonora e il proprio sviluppo.

Così come le feature di gioco di Kingdom Come: Deliverance mireranno in maniera realistica a ricreare il Medioevo della Boemia del XV secolo, anche la colonna sonora avrà brani storici registrati attraverso una vera orchestra sinfonica, musica ambientale e adattativa per rendere ancora più coinvolgente l’esperienza di gioco.

Come backer e amante della storia, non potrei essere più felice.

Kingdom Come: Deliverance, mostra le scelte in una quest nel video “il buono, il brutto e il furtivo”

Uno spezzone della varietà con cui potranno essere completate le quest di gioco del action GdR medievale Kingdom Come: Deliverance, si può ben scorgere grazie alla complicità di tre personaggi diversi che svolgono il ruolo del “buon, il brutto e il cattivo” nel recente video pubblicato da Warhorse Studios; sempre più convito della mia scelta di averlo backerato su kickstarter!

Kingdom Come: Deliverance, una rispolverata al sistema di combattimento, armi e armature

Sembra che la campagna di pubblicitaria di Kingdom Come: Deliverance, GdR storico con elementi action sviluppato grazie a una raccolta fondi su kickstarter un paio di anni fa e poi grazie al più recente appoggio di Koch Media, sia iniziata quest’oggi con un nuovo video sul sistema di combattimento.

Per chi avesse seguito nel tempo questo videogame o addirittura backerato (come il sottoscritto), il video soprastante non mostra nulla di eccezionalmente inedito: dove armi ad asta, spade, asce e mazze andranno a formare in diverse varianti le armi bianche impiegate secondo tecniche di combattimento del XV secolo, gli archi comporranno quelle a distanza (la balestra secondo voci di corridoio è stata abbandonata per problemi nello sviluppo), e sarà inoltre possibile combattere a mani nude con una particolare tecnica realmente utilizzata nel Medioevo (dove sono i palmi delle mani a colpire e non i pugni con il rischio di fratturarsi le dita) insieme all’impiego di attacchi furtivi.

Il sistema di combattimento può essere leggermente comparato con quello di For Honor, con attacchi direzionali, parate e schivata, ma quello sviluppato da Warhorse Studios per il proprio Kingdom Come: Deliverance è a dir poco una spanna sopra perché tiene conto dell’impatto dei tipi di armi sulle armature: un’ascia sarà più efficacie sulle corazze anche se lenta da maneggiare; un nemico in farsetto in cuoio sarà invece più facile da affettare con una spada.

A proposito di armature, in Kingdom Come: Deliverance sarà possibile avere fino a quattro strati che proteggeranno dai colpi nemici in maniera dinamica: avere il capo scoperto e l’armatura completa nel resto del corpo, non vi garantirà alcuna protezione nella parte scoperta e permetterà al nemico di turno di spillare la testa al protagonista Henry.

Non male, vero?

Blog su WordPress.com.

Su ↑