Il Videogame Post, recap febbraio 2018 e nuovo record di visualizzazioni

Anche il corto mese di febbraio è volato via con la propria carica di contenuti videoludici, e smielati di San Valentino, per lo più caratterizzati dalle notizie e dal gameplay dell’uscita di Kingdom Come: Deliverance e l’arrivo della Collector’s Edition in redazione.

Nell’arco di questi 28 giorni ormai passati il Videogame Post ha divulgato per lo più il verbo dei videogame tramite la stesura di news, piuttosto che con articoli di approfondimento come è accaduto nel mese di gennaio. Tuttavia con totale controtendenza le visualizzazioni complessivi del blog hanno toccato un nuovo record sfiorando le 800, con 500 “visitatori unici” e 17 mi piace nell’arco del mese.

Non mi sarei mai immaginato un tale risultato e non posso che ringraziarvi ancora una volta per aver sostenuto la mia passione anche con una semplice, ma grandemente gradita e mai banale, visualizzazione. Il che mi lascia pensare che per qualche minuto sono riuscito nel mio intento di catturare la vostra attenzione e di intrattenervi con le mie riflessioni e pensieri sui videogame (il che non è di per sé facile).

il videogame post - febbraio 2018

Spero di rinnovare il risultato anche nel futuro prossimo, ma non penso che sarà così semplice: per questo non siate timidi e se vi fa piacere registratevi gratuitamente al blog tramite l’apposito tasto, commentate liberamente grazie alle nuove modifiche che ho da poco apportato al comparto “commenti” del blog e spargete la voce ai vostri amici con un immediato click, retweet o mi piace che vi porterà via pochissimo tempo ma farà la gioia del vostro blogger preferito (spero).

Nel mese di febbraio il Videogame Post ha anche rinnovato un po’ la grafica della web page, spingendo sui così detti menù a tendina e lasciando applicazioni e widget essenziali alla fine della pagina principale. Il tutto per rendere snella la visualizzazione anche da dispositivi mobile, e focalizzare l’attenzione del lettore verso le news e articoli, il vero fulcro del blog.

Oltretutto i contatti social si sono espansi con l’arrivo su Telegram del gruppo del Videogame Post votato a informarvi tramite una notifica di ogni articolo pubblicato: utile se vorrete tenervi aggiornati ovunque vi troviate su quello che accade nel panorama videoludico seguito dal blog.

Quest’ultimo è arrivato anche su Google+, Amazon.it (cliccando nel link e acquistando un articolo il blog riceverà una piccola commissione) e LinkedIn, dove per la precisione vi sono i trascorsi del sottoscritto che ha collaborato con diversi siti professionali e non della stampa videoludica.
In più il Videogame Post è entrato anche a far parte del Namco Bandai PressXetra, cioè “il servizio dell’omonimo publisher dedicato alla stampa videoludica del settore, dove poter scaricare immagini e video esclusivi nonché richiedere le così dette ‘review key’ dei giochi supportati da Namco Bandai”.

Ma andando al sodo, uno degli eventi più importati di febbraio è stata la lunga diretta Twitch dedicata all’uscita di Kingdom Come: Deliverance, il quale si è dimostrato fin ora un valido e innovativo videogame medievale e se non fosse stato per molteplici bug, alcuni dei quali gravi tanto da compromettere 10 ore di gioco, avrebbe potuto aspirare a molto di più piuttosto che a una media di voti che non supera il 7/10.

La guida di Enderal: The Shards of Order ha guadagnato una nuova parte incentrata sulla capitale Ark e gli eventi della trama principale a essa connessi; la parte 5 arriverà a breve come promesso, non mi sono dimenticato.
E rimanendo in tema, il blog ha sfornato una guida per il minigame “a call from the wild” di God of War, nel quale potrete vincere ben 8 esclusivi artwork (una delizia per lo smartphone), insieme a un’altra dedicata al commercio di Star Citizen, in cui sia principianti che esperti cittadini delle stelle potranno trovare una valida rotta commerciale per far fruttare i propri aUEC visitando al contempo le lune attorno al gigante gassoso Crusader.

Per la sezione “provato”, come anticipato vi è presente per solo la prova (o mini recensione, se preferite) della closed beta di Sea of Thieves, la quale è stata caratterizzata da un bellissimo ma vuoto mondo piratesco targato Microsoft e Rare; nel comparto delle rubriche invece ha fatto la sua comparsa Civilization II, il mio primo strategico per eccellenza; e per quanto riguarda la traduzione amatoriale di Castle Story, questa ha raggiunto il 75 per cento di stringhe completate.

Grazie ancora per il vostro supporto!

Il blogger, 

Matteo “Matteum Primo” Sechi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: